archives

Archivio per

Storie d’innovazione: SIxS s.r.l

Intervista a Lucio Piretti – Responsabile della comunicazione per SIxS

Se dico innovazione cosa ti viene in mente?
Essendo il nostro campo penso all’innovazione informatica. In riferimento al sociale e alle organizzazioni non-profit l’innovazione è un segnale di discontinuità rispetto al passato, alle configurazioni organizzative più ‘artigianali’ derivanti dal mondo del volontariato.

Cosa offre Sixs d’innovativo?
Pensando all’innovazione di SIxS, ancor prima dei prodotti, mi viene in mente la struttura della società, caratteristica che da sempre ci contraddistingue in senso innovativo. Sixs è una s.r.l. che nasce però dall’unione di figure professionali appartenenti a mondi diversi: l’informatica e il sociale. Questa fusione ci ha permesso di parlare il linguaggio del sociale cogliendone a pieno le esigenze e – a detta dei nostri clienti – è ciò che ha fatto la differenza. Inoltre la peculiarità che avvicina ulteriormente SIxS alle imprese sociali è il completo reinvestimento dei propri utili in ricerca e sviluppo. Un ultimo aspetto che ci caratterizza è la scelta di far crescere i prodotti con la collaborazione degli utilizzatori. Non ci siamo posti come fornitori di servizi e prodotti ma abbiamo chiesto alle persone di contribuire alla crescita del prodotto, come in una community. In sostanza facciamo da connettore tra tutte le realtà che hanno collaborato con noi: ciascuno ci racconta quali sono le questioni da affrontare e da risolvere. Continua a leggere

Annunci

Internet, strumento per la ricerca

Vorrei rispondere alla sollecitazione del post “cos’è oggi internet?”.

Per me internet è molte cose insieme. Forse non dovrei averlo immediatamente a portata di mano per capire quanto sia indispensabile. Internet è uno strumento in cui ricercare e produrre informazioni e un luogo d’incontro e scambio. Internet è sorprendente e a volte mi lascia senza fiato per la quantità di materiale illimitata. È un contenitore di ecosistemi diversi. È un moltiplicatore di identità: ognuno può essere se stesso o indossare un profilo ad hoc per ogni occasione. Per alcuni è un antidoto alla solitudine.

Per un ricercatore, internet può essere un valido strumento di lavoro. Negli ultimi anni si sono diffuse nuove modalità di raccolta dati online vantaggiose, ma anche criticate (e poi praticate) dal mondo accademico. In generale possiamo dire che l’utilizzo di strumenti web è conveniente perché riduce tempi e costi della raccolta dati ma nel contempo presenta il bias (distorsione) di campionamento per effetto dell’autoselezione degli interlocutori, esclude infatti coloro che non hanno accesso o dimestichezza con il web.
Degli strumenti web per la raccolta dati si potrebbe dire molto. In questo post ne accenno con un breve excursus: Continua a leggere

Cos’è oggi internet?

Sono interessato alla domanda fondamentale.
E non da un punto di vista assoluto.
Non interessa qui la saggezza dell’esperto acclamato (interessante certo, spiazzante com’è ovvio, illuminante e se no che gusto c’è…).
No quello che mi interessa sono le rappresentazioni che sviluppiamo inconsapevolmente su internet.

Dal mio punto di vista, così al volo, in un sabato freddissimo, che di tutti è il più gradito giorno, provo a chiedermi: «Incontro persone diverse, si parla di molte cose, qual è il loro punto di vista su internet, l’idea che emerge dalle conversazioni, dalle mimiche, dai sorrisi imbarazzati, dalle affermazioni decise o dai silenzi dubbiosi?».

Ecco la sintesi di una settimana di ascolto:

  • Internet è una foresta minacciosa, ne ho paura, mi ci perdo, se posso la evito. Un collega mi ha detto: «per me internet è come un libro di Stephen King, so già che avrò paura e lascio stare di leggerlo.».
    [Ah, però!]
  • Internet non è la realtà, è una perdita di tempo, è confusione, è una cosa per giovani, non ci capisco niente, non so neanche bene cosa fare, cosa farmene. «Mi metto lì, dopo un po’ mi annoio. La più parte delle cose sono scritte e presentate che non capisco, mi sembra tutto confuso: un labirinto e non so se ne vale la pena…».
    [Ah, però!]
  • Internet è una galassia, uno spazio di ricerca sconosciuto: «Mi piace saltare da un posto all’altro, e poi tornare indietro. Trovo delle cose incredibili, ma le devi cercare. Mia figlia mi ha detto: mamma quando vai su internet è come viaggiare su un’astronave!».
    [Ah, però!]

Per parte mia sarei curioso di raccogliere un certo numero di rappresentazioni di internet.
Credo ci aiuterebbero a capire meglio come poterci fare molto di più.
In ogni caso, per me, internet non è soltanto una realtà virtuale ma piuttosto una realtà immaginaria.

Una app per il territorio

Segnalo volentieri questo interessante appuntamento – al quale non potrò partecipare purtroppo – che si terrà a Milano venerdì 3 febbraio. Si tratta della presentazione di un’applicazione web e mobile attraverso la quale censire e rendere disponibili – grazie anche all’apporto dei cittadini – le risorse economiche e sociali del territorio, precisamente di un territorio: il quartiere Barona. Un contesto nel quale, grazie anche alla presenza di Libero Laboratorio e altre iniziative non profit e d’impresa sociale ha preso forma un distretto dell’innovazione sociale che investe anche il campo delle ICT. Non sarebbe male se qualcuno di Fai un Salto potesse partecipare. Magari ci scappa un nuovo componente della nostra carovana.

Inserisci il tuo indirizzo email e quando pubblichaimo un post, ricevi una notifica via email.
Comodo no?

Segui assieme ad altri 42 follower

Blog Stats

  • 28.518 hits
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: