you're reading...
Tecnologie e anziani

Anziani, tecnologie e il progetto “Nonni Web”

La prima parte del post introduce il tema ‘anziani e tecnologie’ mettendo in luce la risonanza dell’argomento anche a livello europeo, mentre la seconda parte presenta ‘nonni web’, un progetto in fase di start-up della cooperativa Adelante Dolmen.

Anziani e tecnologie

In Europa il 2012 è l’anno dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni. L’iniziativa ha l’obiettivo di promuovere una cultura che “valorizzi l’utile contributo degli anziani alla società e all’economia, favorendo opportune condizioni di lavoro, di partecipazione alla vita sociale e di vita sana ed indipendente”.

Anche l’Eurobarometro (gennaio 2012) dedica un numero speciale al tema dell’invecchiamento attivo e in una delle molte domande del questionario (QB34), rileva il modo in cui viene percepita la relazione tra popolazione anziana e nuove tecnologie: “Attualmente, molti servizi pubblici e altre organizzazioni utilizzano la tecnologia, come Internet o i telefoni cellulari, per interagire con i propri clienti/utenti invece di mezzi tradizionali come l’incontro faccia a faccia. Ritieni che per gli anziani questo sia un grosso ostacolo, un piccolo ostacolo o non rappresenta un ostacolo?”
Poco più della metà dei cittadini UE intervistati (53%) ritiene che, per interagire con i servizi pubblici, l’uso della tecnologia  sia uno dei principali ostacoli per le persone anziane.

Tuttavia, negli ultimi anni molti più anziani, soprattutto giovani anziani, si accostano alle nuove tecnologie e crescono anche le iniziative volte ad accompagnare questo promettente incontro.
Per citarne alcune tra le più recenti:

In generale le proposte formative in ambito informatico/tecnologico rivolte ai meno giovani rispondono, in linea con gli obiettivi europei, a differenti esigenze,:

    • di apprendimento e di consolidamento delle competenze: rientra in questa categoria sia il processo di alfabetizzazione informatica e di approccio agli strumenti sia la necessità di potenziare tali competenze per spenderle nel mondo del lavoro;
    • pratiche: legate al disbrigo di operazioni e iscrizioni online (servizi di home banking, prenotazione eventi, spesa online, ecc)
    • relazionali: sia nel creare opportunità d’incontro e socializzazione tra pari sia nel favorire lo scambio di saperi tra generazioni;
    • sociali in quanto favoriscono una maggior partecipazione alla vita pubblica;

Il progetto “nonni web”

Partendo dal presupposto che il divario digitale costituisca una moderna forma di esclusione sociale e culturale, dovuta non solo alla mancanza di copertura di rete a banda larga di alcune zone, ma anche all’incapacità o alla difficoltà nell’uso delle nuove tecnologie, Adelante Dolmen con il progetto “nonni web”, vuole strutturare iniziative formative che facilitino l’alfabetizzazione informatica degli anziani e ne migliorino concretamente alcuni aspetti di vita quotidiana.

Il corso, dal taglio molto pratico, si pone, in particolare, l’obiettivo di aumentare la conoscenza e la padronanza di servizi web volti a:

    • facilitare le relazioni sociali (le email, le newsletters, le chat, i blog, Skype, i social network);
    • ricercare informazioni (i principali motori di ricerca, i siti web d’informazione);
    • svolgere on-line iscrizioni e pratiche di vario genere (la Carta Regionale dei Servizi, l’home banking, la PEC);

I partecipanti verranno accompagnati gradualmente alla conoscenza e alla sperimentazione di strumenti web. L’organizzazione ritiene importante, oltre al tradizionale materiale cartaceo a supporto delle lezioni, trovare i fondi per mettere a disposizione un pc portatile con chiavetta per connessione a internet, avendo necessità di attivare percorsi formativi in prossimità del luogo di residenza dei partecipanti.

Il corso, a cadenza settimanale e della durata di tre mesi , è alla ricerca di sponsor necessari a coprire i costi di start-up dell’iniziativa per poter dare un servizio completo anche a livello hardware.

Per informazioni sul progetto potete scrivere a: giuseppe.crudele@adcoop.it

Annunci

Informazioni su Anna Omodei

Socia di Pares, società cooperativa di formazione, ricerca, consulenza e documentazione. Supporta le persone e le organizzazioni sui temi della conciliazione famiglia-lavoro (tempi di vita), sul benessere organizzativo e sulla qualità del lavoro. Lavora per facilitare gli avvicendamenti e le transizioni che investono le organizzazioni a livelli apicali e intermedi. Dal 2012 collabora con il Dipartimento di Sociologia dell’Università degli Studi di Milano Bicocca nel supporto alla didattica del corso di psicologia sociale e nella realizzazione di ricerche sul campo sui temi della salute e dei servizi socio-sanitari.

Discussione

Un pensiero su “Anziani, tecnologie e il progetto “Nonni Web”

  1. Grazie Anna per la panoramica sul tema e la presentazione di alcune esperienze in campo sul digital divide.

    Pubblicato da laurapapetti | 24 maggio 2012, 12:06

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: