archives

Tecnologie ricerca e formazione

Questa categoria contiene 4 articoli

Workshop: digital heritage. L’evoluzione della memoria (1 febbraio 2013 – Università Bicocca)

Digital HeritageSegnaliamo un interessante workshop organizzato dall’Università di Milano Bicocca – cattedra di ‘Teoria e tecnica dei Nuovi Media e Tecnologie Didattiche’ e ‘Filosofia del diritto e Informatica giuridica’.

Scarica la locandina.

Tra i tanti interventi da non perdere anche quello di Luciano Barrilà, per Fai un salto: “Anche i librai fanno surf. Esercizi preparatori per affrontare l’onda digitale“.

Vi aspettiamo!

Annunci

Questionario eBook

Quello degli eBook è un tema che abbiamo già avuto modo di trattare in passato, e che ci sta particolarmente a cuore.
Continua a leggere

Youtube a scuola: nuovi servizi per un’educazione nuova?

Perché le scuole dovrebbero usare video in aula? E perché un portale che rilancia video generalisti dovrebbe spendere per produrre un servizio dedicato alle scuole?

In tre parole: educare, attirare, ispirare
Youtube EDU
, Youtube teachers, Youtube for Schools. Sono inciampato in questi servizi offerti da youtube grazie ad un advertisment ai piedi di una mail ricevuta, roba che di solito si ignora completamente senza nemmeno vederla (e questo è un altro insegnamento).

In cosa consiste?
Youtube EDU
è un portale video che funziona come la pagina generalista di youtube ma fornisce nuovi strumenti interessanti per la formazione, playlist di video didattici catalogati per grado scolastico oppure per materie.

A chi è utile?
Il portale principale è utile a chiunque abbia bisogno di un ripasso su un argomento, studenti, professionisti che non si ricordano le tabelline, amici che scommettono sul funzionamento di una legge fisica.

Spend more time teaching, less time searching

Spendi più tempo nell’insegnamento, meno cercando materiali.
Youtube teachers è un servizio costruito per i docenti, che possono  registrarsi per cercare video, caricare clip o creare playlist dedicate ai propri studenti (ed invitarli a condividere il loro canale); attraverso questo strumento gli insegnanti possono anche condividere tra loro playlist e video creati da insegnanti per gli insegnanti secondo gli approcci educativi più comuni.

Istruisci, coinvolgi e ispira i tuoi studenti con i video

Youtube for Schools è invece il servizio dedicato alle scuole, ha l’obiettivo di fornire la possibilità di creare una rete di video negli (e soprattutto tra) istituti educativi, consentendo di accedere a video didattici, in modo molto personalizzabile, e in modo da fornire una rete di sicurezza che renda indicizzati e catalogati solo i contenuti adatti al contesto scolastico. Un occhio alla sicurezza degli studenti; ad esempio è possibile bloccare o controllare i video correlati che vengono suggeriti e controllare i commenti prima della pubblicazione.

Come posso essere creativo con i video?

Si può accrescere l’interesse degli studenti, iniziando o chiudendo la lezione con delle clip coinvolgenti ed accattivanti, si può riportare la lezione alla vita di ogni giorno facendo esempi coloriti e stimolanti attraverso la riproduzione dei video. È possibile utilizzare la produzione di video come compito a casa oppure come test dell’apprendimento degli alunni. Una delle potenzialità maggiori dei video è quella di poter raggiungere le diverse tipologie di ascoltatori con lo stesso strumento, usando i vari canali dei filmati, sonoro e visivo, senza dimenticare la possibilità di inserire sottotitoli. La particolarità dello strumento internet è quella di poter insegnare con creatività ad un audience più ampia, e soprattutto di poter generare una banca video che consenta agli studenti di fruire dei video come se fossero mini-lezioni nel momento più comodo per loro.

Pro e… contro

Purtroppo come in tutte le cose giovani e belle ci sono delle controindicazioni, il servizio non presenta per ora video in italiano, ma prima o poi ci saranno, inoltre bisogna fare attenzione, non delegare l’istruzione solo alla tecnologia, la relazione tra il maestro e l’allievo veicola sempre dei contenuti e delle competenze che non possono essere trasferiti solo dalla visione di un video.

Internet, strumento per la ricerca

Vorrei rispondere alla sollecitazione del post “cos’è oggi internet?”.

Per me internet è molte cose insieme. Forse non dovrei averlo immediatamente a portata di mano per capire quanto sia indispensabile. Internet è uno strumento in cui ricercare e produrre informazioni e un luogo d’incontro e scambio. Internet è sorprendente e a volte mi lascia senza fiato per la quantità di materiale illimitata. È un contenitore di ecosistemi diversi. È un moltiplicatore di identità: ognuno può essere se stesso o indossare un profilo ad hoc per ogni occasione. Per alcuni è un antidoto alla solitudine.

Per un ricercatore, internet può essere un valido strumento di lavoro. Negli ultimi anni si sono diffuse nuove modalità di raccolta dati online vantaggiose, ma anche criticate (e poi praticate) dal mondo accademico. In generale possiamo dire che l’utilizzo di strumenti web è conveniente perché riduce tempi e costi della raccolta dati ma nel contempo presenta il bias (distorsione) di campionamento per effetto dell’autoselezione degli interlocutori, esclude infatti coloro che non hanno accesso o dimestichezza con il web.
Degli strumenti web per la raccolta dati si potrebbe dire molto. In questo post ne accenno con un breve excursus: Continua a leggere

Inserisci il tuo indirizzo email e quando pubblichaimo un post, ricevi una notifica via email.
Comodo no?

Segui assieme ad altri 42 follower

Blog Stats

  • 28.842 hits
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: